Tinteggiatura a pennello a Regola d’Arte

Avete mai sentito parlare della pittura con lampadina?
Al contrario di quanto si crede, gli avvallamenti murali, i piccoli rilievi e le pennellate sono visibili non in base alla quantità della luce ma in base a come il fascio di luce che colpisce il muro viene direzionato.

E infatti, a dimostrazione di questo, si può osservare che tali rilievi si notano soprattutto quando la sera si accendono lampade a piantana, applique o plafoniere, oppure in alcune ore del giorno su pareti contigue a finestre, soffitti bassi o soffitti che si trovano in camere con finestre molto alte, insomma ovunque arrivi un fascio di luce di tipo radente.

Per ottenere una parete veramente liscia, l’unico sistema è quello di lavorare oscurando tutte le finestre e utilizzando una lampada che mandi un fascio di luce radente la superficie.
Ma guardare con la lampada non basta ci vuole la tecnica, l’esperienza e l’amore per questo lavoro.

Il  metodo della luce radente si utilizza anche nel restauro di opere pittoriche quando si stuccano le parti mancanti.
Il risultato è una superficie completamente liscia dove la tessitura delle pennellate è quasi impercettibile.